Come funziona la tecnologia distribuita e zero knowledge?

La tecnologia Cubbit consente di abilitare infrastrutture di zero knowledge cloud storage distribuito, che possono essere dedicate a gruppi di aziende o singole organizzazioni.
Scopri come funziona

Come funziona

L'infrastruttura di Cubbit ruota intorno a tre attori: l'utente, lo Swarm e il coordinator. Questi tre componenti interagiscono per garantire un’elevata sicurezza nella rete di zero knowledge cloud storage distribuito e a perimetro italiano di Next Generation Cloud Pioneers.

user

Utente

È colui che può salvare, scaricare, condividere i file attraverso i prodotti Next Generation Cloud Pioneers (File Sync and Share, Cloud Object Storage S3 Compatible, Backup).

user

Swarm

È la rete di zero knowledge cloud storage distribuito su cui vengono archiviati i dati. Questa rete è composta oggi da dispositivi proprietari, le Cubbit Cell, mentre a breve potranno essere connessi dispositivi terzi quali server, computer, IOT devices e simili.

user

Coordinator

Una suite di algoritmi di machine learning che ottimizza la distribuzione del carico utile sulla rete e si occupa della sicurezza del sistema, della gestione dei metadati cifrati e dei meccanismi di recovery dei file.

Step 1

Cifratura di standard bancario

Ogni file viene cifrato by-default con una chiave AES-256 generata da Cubbit. Simile allo standard di sicurezza fornito dai cloud provider tradizionali come standard.

Step 2

Tecnologia zero knowledge

Garantisce il massimo livello di privacy e sicurezza attualmente sul mercato. Le chiavi con cui cifri ogni file sono a loro volta memorizzate in forma criptata, usando una chiave master derivata dalla password dell’utente.

Step 3

Microframmentazione e distribuzione

Il dato, già cifrato in zero-knowledge, viene microframmentato in pezzetti e ridondato. Ogni frammento viene poi distribuito su un diverso nodo del network Cubbit.

Step 4

Accedi e lavora sui tuoi file in ogni momento

Quando devi accedere ad un file i frammenti vengono scaricati da nodi differenti. Non ci sono più single-point-of-failure o centralizzazione che causino interruzioni di servizio, downtime, ransomware, violazioni o perdita del dato.

Impatto ambientale

L'infrastruttura Internet è responsabile, ad oggi, del 10% del fabbisogno energetico mondiale totale [1,2]. I data center ne rappresentano un terzo, facendo del "Cloud", a dispetto del nome innocuo, un mostro ecologico che consuma tanto quanto l'intero Regno Unito. Lo zero knowledge cloud storage distribuito di Cubbit si basa su single-board computer ottimizzati, che hanno un impatto per GB fino a 10 volte inferiore rispetto ai rack dei data center. Inoltre, Cubbit può sfruttare la vicinanza geografica per evitare lunghi trasferimenti di dati, i quali, in alcuni casi, possono inquinare tanto quanto l'archiviazione stessa [3].

Per ogni TB salvato su Cubbit risparmi ogni anno l’equivalente di quanto sarebbe prodotto guidando un’auto a benzina per 360 km (i.e. 40KG di CO2).


Per dettagli, leggi il nostro Green Paper

Massima Sicurezza. Disaster Recovery.
Business Continuity.

Parla con il nostro team per unirti ai pionieri italiani.

Grazie per averci contattato! Ti risponderemo al più presto.
Qualcosa è andato storto, per favore riprova.